Domande e risposte frequenti per la tua abbronzatura

Clicca sulle singole domande e visualizza la risposta.

  • Posso fare lampade se sono minorenne o in stato di gravidanza?
    Sono cautele d'uso, tuttavia non denotano pericolosità intrinseca, ma solo tutela nei confronti di categorie alle quali la legge pone sempre e comunque particolare riguardo. Il minore non può fare le lampade.
  • Nei e lentiggini devono essere protetti?
    E' sconsigliata l'esposizione ai raggi UV alle persone con elevato numero di nei, che devono essere comunque sempre protetti se presentano bordure irregolari. La presenza di lentiggini dipende dal fototipo, sarà cura del personale qualificatofare una valutazione.
  • Le lampade emettono solo raggi UV-A?
    No, ma una miscela equilibrata di raggi UV-A e UV-B per dare un'abbronzatura perfetta e sicura.
  • E' obbligatorio l'uso degli occhialini per proteggersi dai raggi durante l'esposizione?
    Innanzitutto chi porta le lenti a contatto deve toglierle prima del trattamento. Per tutti è obbligatorio l'uso di occhialini perché i raggi ultravioletti sono pericolosi per il cristallino che diventa opaco e la retina perde elasticità e rischia il distacco come nel sole. Non è sufficiente tenere gli occhi chiusi poiché le palpebre non hanno un effetto filtrante.
  • Qual è la differenza tra lampade abbronzanti ad alta e bassa pressione?
    Le due tecnologie sono molto differenti. Le docce o lettini solari a bassa pressione (e in generale tutte le macchine a bassa pressione) emettono UV per mezzo di tubi al neon, con una più alta percentuale di UV-B rispetto all'alta pressione; nella bassa pressione questo porta ad una abbronzatura che può essere vista alcune ore dopo la seduta (5-6 ore) ma che dura più a lungo (fino a 7-10 giorni). La tecnologia abbronzante ad alta pressione invece fa uso di lampadine come dice la parola stessa ad alta pressione con un filtri UV, che lasciano passare una maggiore percentuale di raggi UV-A, che le porta a dare un risultato più immediato appena dopo la seduta, ma di durata più breve (3-5 giorni). Qual è migliore? Non esiste una risposta, dipende dai fototipi per esempio i fototipi più scuri con questa tipologia di lampade ottengono dei risultati migliori.
  • Dopo quante sedute abbronzanti vedrò il risultato?
    L'efficacia, e quindi il risultato, dipendono da molteplici fattori soggettivi e oggettivi primo fra tutti il fototipo. Poi l'alimentazione e precedenti esposizioni naturali o artificiali. Molti modelli di macchinari consentono di vedere un risultato apprezzabile già dalla prima seduta.
  • Dopo quanto tempo posso fare una lampada, se sono stato appena tatuato? Posso abbronzare la pelle tatuata?
    Puoi ricominciare a prendere sole, naturale o artificiale almeno dopo due settimane dal tatuaggio e comunque devi avere la precauzione di utilizzare creme protettive a schermo totale per proteggere l'inchiostro del tatuaggio.
  • Devo struccarmi prima della lampada?
    Prima di ogni lampada, è necessario detergere bene la pelle in quanto il trucco (mascara, fondotinta, rossetti) contiene profumi e sostanze che reagiscono alla luce e potenziano i danni dei raggi.
  • Dopo quanto tempo da una seduta abbronzante posso andare al mare?
    È consigliato non esporsi al sole prima di 24/48 ore dopo una seduta abbronzante ed evitare sedute ravvicinate e frequenti. Quindi no a esposizione solare naturale o del lettino nello stesso giorno.
  • Una persona con molti brufoli e comedoni infiammati come si deve comportare?
    Innanzitutto è consigliata una pulizia profonda dall'estetista e magari anche un trattamento apposito, dopo di che la lampada è una buona alleata per risolvere questo problema, aiuta nella maggior parte dei casi. Non bisogna però applicare moltissima crema prima di entrare perché impedirebbe alla pelle di respirare causando l'infiammazione dei comedoni. Se invece una persona ha solo qualche brufolo sparso, è meglio applicare prima della seduta una protezione nella zona circoscritta.
  • L'acido glicolico influisce sul colore dell'abbronzatura?
    L'acido glicolico in pratica è un'esfoliante molto forte e influisce sull'abbronzatura in base al trattamento che si fa. Se si esegue un trattamento dall'estetista ovviamente la percentuale di acido presente nel prodotto sarà maggiore rispetto ad un trattamento fatto a casa. Dopo aver fatto un trattamento dall'estetista è meglio aspettare due settimane almeno, perché questo acido è molto forte e ci si può scottare oppure macchiare dopo averlo usato; invece se si è usata una crema con dell'acido glicolico a casa basta aspettare un giorno o due ed è meglio mettersi un po' più di crema perché si può essere più sensibili.
counter
Ultime novità
Gli ultimi gioielli arrivati in casa Blue Sun
Prestige Lightvision Spectra Prestige Lightvision Prestige Bluevision Spectra ...
Come abbronzarsi e ringiovanire la pelle
NovitÓ Assoluta Ultimo gioiello in casa Blue Sun: Ergoline Prestige 1600 ...
Blog
Deficit da Vitamina D: cinque cose da sapere per riconoscerlo e rimediare prima possibile
La carenza della "Vitamina del sole" Ŕ asintomatica e si manifesta soltanto ...
La Vitamina D 'spegne' il Covid-19
Centinaia di studi mondiali dimostrano come l'uso della vitamina D migliori i ...