Come mantenere l'abbronzatura

23 marzo 2017

É finita l’estate.

La tanto sognata e “sudata” tintarella scompare e l’unica cosa che speriamo è che il pallore invernale tardi ad arrivare.
Quindi come facciamo a mantenere la nostra abbronzatura il più a lungo possibile?

Insieme al professor Antonino Di Pietro, direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Curtis di Milano, vediamo qualche consiglio utile.

Come mantenere l’abbronzatura?

  • Attenzione ai profumi

L’alcool contenuto nei profumi secca la pelle, portando ad una precoce desquamazione dell’epidermide. Soprattutto durante il periodo post-estate facciamo caso alle quantità di alcool presenti nei nostri prodotti di bellezza, in modo da evitare la disidratazione della pelle e lo scioglimento dei grassi delle cellule.

  • Niente Scrub

Evitiamo trattamenti scrub dopo l’esposizione solare, in quanto l’eliminazione delle cellule morte può portare ad una disomogeneità dell’abbronzatura.
Lo stesso discorso vale per la ceretta a caldo che tende a portare via l’ abbronzatura.

  • Bere, bere, bere

Per mantenere una buona abbronzatura è fondamentale un’idratazione costante. Come fare? Bere tanta acqua.
Esatto. Per avere una pelle morbida e sana dobbiamo mantenere la nostra idratazione costante durante il giorno. Si consigliano 2 litri d’acqua al giorno per un benessere minimo dell’epidermide.

  • Niente docce calde

É noto a tutti come la doccia fredda tonifichi la pelle. Ma ci siamo mai chiesti cosa succede quanto la temperatura della nostra vasca da bagno si alza? Aiutiamo il processo di desquamazione della pelle.

Infatti più l’acqua diventa calda e più facilmente perdiamo le cellule superficiali, e quindi la nostra abbronzatura. Quindi regoliamo il soffione della doccia più centrale e manteniamo una temperatura tiepida in modo da mantenere la nostra pelle compatta ed elastica.

  • Massaggiare la pelle

Concediamo un momento di relax con leggeri massaggi. Infatti lievi pressioni della pelle favoriscono la microcircolazione, aiutando così l’ossigenazione dell’epidermide.

  • Idratazione 

L’idratazione superficiale della nostra pelle pone le basi su due sostanze fondamentali: i fosfolipidi e la glucosamina, attraverso le quali, rinforziamo le membrane delle cellule e grazie al secondo, uno zucchero, produciamo acido ialuronico. Quindi facciamo attenzione alla scelta della crema, prediligendo più composti a base di vitamina C o E, escludendo prodotti con parabeni o silicone.

  • No ai bagnoschiuma aggressivi

Ci siamo mai chiesti quanto possono essere aggressivi i prodotti che usiamo sotto la doccia?

Siamo abituati a scegliere i bagnoschiuma sentendone il profumo, ma non facciamo mai caso agli ingredienti. Parabeni, Silicone, o prodotti che derivano dal petrolio sono estremamente aggressivi per la nostra pelle, andando ad intaccare quel film sottile di sebo che la pelle produce per mantenere le cellule compatte.

Quindi meglio scegliere prodotti delicati o a basi oleose, e che facciano poca schiuma così da prenderci cura realmente della nostra pelle.

  • Occhio all’asciugamano

Avete letto bene.

L’asciugamano può esse il peggiore nemico della nostra abbronzatura. Infatti, dopo la doccia evitiamo di sfregare la nostra pelle, tamponandola leggermente.

Diciamo addio anche alla spugne da doccia troppo ruvide e aggressive, sostituendole con i modelli più morbidi e delicati.

  • Lontani dalle correnti d’aria

Gli ambienti soggetti a correnti d’aria generiche o aria condizionata hanno un indice di umidità basso. Questo porta ad un’aria molto più asciutta del normale che, ovviamente, secca la nostra pelle.

Ricordiamo quindi, di portare con noi sempre una crema idratante e bere costantemente.

  • Il Sole, naturale ed artificiale

Ultimo, ma non per importanza è il Sole, primo alleato della nostra abbronzatura. In queste ultime belle giornate di sole, concediamoci una pausa all’aria aperta, una bella passeggiata o una fuga nel week end, per rendere il passaggio dall’estate all’autunno meno traumatico.

Quando però non abbiamo tempo di prenderci qualche ora solo per noi stessi, possiamo approfittare dei Solarium specializzati. Infatti, i macchinari che rispettano le Nuove Normative Europee in tema di emissioni, possono mantenere sia la nostra abbronzatura costante per molto tempo in pochi minuti, e sia i nostri livelli di Vitamina D sufficienti per il buon funzionamento del nostro organismo.

A cura di Giulia Di Francesco

Fonti

http://www.corriere.it/salute/dermatologia/cards/i-trucchi-mantenere-l-abbronzatura-piu-lungo-modo-naturale/niente-bagno-ma-docce-tiepide_principale.shtml

counter
Ultime novità
Gli ultimi gioielli arrivati in casa Blue Sun
Prestige Lightvision Spectra Prestige Lightvision Prestige Bluevision Spectra ...
Come abbronzarsi e ringiovanire la pelle
NovitÓ Assoluta Ultimo gioiello in casa Blue Sun: Ergoline Prestige 1600 ...
Blog
Così muore in pochi secondi il Covid-19
L'immunologo Clerici ha scoperto l'arma letale che uccide il virus. Una ...
Deficit da Vitamina D: cinque cose da sapere per riconoscerlo e rimediare prima possibile
La carenza della "Vitamina del sole" Ŕ asintomatica e si manifesta soltanto ...